Skip to content
COSA

La lettera d'addio di Michael

Michael Kahnwald ha lasciato una lettera da leggere dopo il suo suicidio con la seguente nota: "Non aprire prima del 4 novembre alle 22:13". Questo è il momento esatto della scomparsa di Mikkel Nielsen, che è in realtà la sua. Ines Kahnwald, la madre adottiva di Michael, prende segretamente la lettera e la apre all'ora specificata.

Alcuni giorni dopo, il figlio di Michael, Jonas, riceve la lettera in un pacco anonimo. È così che Jonas scopre per la prima volta i viaggi nel tempo. Brucia la lettera e rimane perplesso quando, durante una visita a sua nonna Ines, riceve esattamente la stessa lettera completamente intatta.

Jonas porta con sé la lettera per più di 30 anni prima di inviarla al suo io più giovane in un pacco dal suo io più vecchio, lo Straniero.

Spoiler alert
Spoiler

Stagione 2 : Episodio 6

L'origine della lettera

Nella speranza di impedire la morte di suo padre, Jonas Kahnwald viaggia con la macchina del tempo di Adam dal 1921 al giugno 2019. Affronta Michael a casa, prima del suo imminente suicidio, e lo implora di cambiare idea, chiedendo se la lettera sia già stata scritta.

Michael Kahnwald è perplesso. Non aveva intenzione di togliersi la vita. Era anche la prima volta che sentiva parlare di una lettera di addio. Un'anziana Claudia Tiedemann si unisce a loro. Spiega che le cose non dovrebbero essere annullate e che il ruolo di Jonas nel corso degli eventi è maggiore di quanto lui pensi. Mentre lascia la casa con Jonas, si rende conto che è stato lui a impiantare il seme del suicidio nella mente di suo padre. Successivamente, Michael si siede alla scrivania e inizia a scrivere la lettera.